Blog | Innova Energia | Consorzio Nazionale per l'Acquisto di Energia | Page 2 | Page 2
 

Notizie

“Bollette sospese solo per 11 comuni. Innova propone soluzioni”

bollette-a-rate

Stop al pagamento delle bollette fino al 30 aprile solo per gli 11 Comuni della zona “rossa”. A oggi, i Decreti Legge e DPCM, infatti, prevedono la sospensione dei pagamenti per i soli clienti con POD/PDR nei comuni rientranti nella prima zona “rossa” (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia; Terranova dei Passerini e Vò). Per tutte le altre aziende o privati, anche in difficoltà, che si trovano nel resto d’Italia, finora non è stata prevista alcuna sospensione. Questi ultimi, quindi, sono tenuti a rispettare le scadenze dei pagamenti come se fossimo in condizioni normali. Alla luce di ciò, per venire incontro alle eventuali difficoltà incontrate dai soci in questo particolare momento, il Consorzio Innova Energia, insieme ai propri fornitori partner, si rende disponibile a valutare richieste di rateizzazione per i soci che eventualmente decidano di usufruire di questa possibilità. Per tutte le informazioni e l’eventuale supporto è necessario mettersi in contatto con Innova Energia tel.0547/75621 o scrivere a info@innovaenergia.it o Whatsapp 3756048212.

“Emergenza Coronavirus: morosità, procedure sospese. No al distacco fino al 3 aprile”

bollette-luce

Nessun distacco di energia in un momento di difficoltà come quello che stiamo attraversando. Sono queste le prime disposizioni decise da ARERA per contrastare le criticità legate all’epidemia Covid-19. E la decisione riguarda sia le imprese che le famiglie, quindi tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità vengono rimandate a dopo il 3 aprile 2020. Ed è molto probabile, visto il protrarsi dell’emergenza, che si vada verso un’ulteriore proroga. Dovranno quindi essere interamente rialimentate le forniture di energia elettrica, gas e acqua eventualmente sospese (o limitate/disattivate) dal 10 marzo 2020. Se non verranno previste ulteriori proroghe, dal 3 aprile il fornitore interessato a disalimentare/ridurre la fornitura del cliente moroso è tenuto a riavviare la relativa procedura di sospensione e procedere nuovamente alla sua costituzione in mora. Per tutte le informazioni mettersi in contatto con Innova Energia tel.0547/75621 o scrivere a info@innovaenergia.it o Whatsapp 3756048212.

 

“Rimborso addizionale energia, ora è possibile chiederlo”

rimborsi-addizionale

Le addizionali provinciali all’accisa sull’energia elettrica, versate nel biennio 2010-2011, sono risultate illegittime. A decretarlo è stata la Corte di Cassazione con sentenza n. 27101/2019 del 26 marzo 2019, depositata il 23 ottobre 2019, che, in questo modo, ha confermato la possibilità per le aziende, di richiedere, al fornitore di energia elettrica di allora, il rimborso di quanto indebitamente versato.

Vale la pena ricordare, tuttavia, che non è una procedura semplice perché le sentenze di Cassazione non fanno legge e valgono solo per il singolo caso preposto. Quindi ogni azienda deve ricorrere per vie legali singolarmente ed i pareri potrebbero essere diversi per singolo caso.
Per questi motivi, il consorzio “Innova Energia” ha predisposto per i propri consorziati un atto di messa in mora da inviare al fornitore per interrompere la prescrizione decennale per l’esercizio del diritto. I consorziati valuteranno, in seguito, l’opportunità di procedere con un’azione legale. Per calcolare l’entità del rimborso e predisporre l’atto di messa in mora è necessario recuperare dalla propria contabilità le bollette di competenza 2010-2011 e sommare gli importi relativi alla voce “imposta addizionale provinciale” o “addizionali enti locali”.

Per tutte le informazioni e il supporto alla predisposizione dell’atto di messa in mora mettersi in contatto con Innova Energia tel.0547/75621 o scrivere a info@innovaenergia.it o Whatsapp 3756048212.