Notizie

“Sportello Energia Ambiente” operativo anche in Sicilia

sportello-catania

Ha aperto lo “Sportello Energia Ambiente”  all’interno dell’ufficio di Confesercenti di Catania (in via Vittorio Veneto 30). Si va ad aggiungere ai già numerosi punti di riferimento di Innova Energia in tutta Italia. A inaugurare ufficialmente l’operatività del servizio sono stati: il dottor Vittorio Messina, presidente regionale della Confesercenti siciliana e Michele Sorbera, direttore della Confesercenti Sicilia. Il servizio, nato dalla collaborazione di Confesercenti e gli esperti di Innova Energia, ha il fine di far risparmiare imprenditori e privati sulle bollette di luce e gas. Dopo aver seguito la formazione presso gli uffici di Innova Energia, il dottor Carmelo Rizzo – referente per tutta la regione Sicilia – sarà a disposizione per effettuare chek-up informativi gratuiti sulle bollette, offrire una puntuale e costante consulenza agli utenti interessati e consigliarli per contratti particolarmente vantaggiosi. Lo sportello sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e il dottor Carmelo Rizzo è rintracciabile ai seguenti numeri tel. 095/383932 oppure 340 4161424. (nella foto il dottor Carmelo Rizzo insieme allo staff di Innova Energia) 

 

 

Basta aziende con auto vecchie e inquinanti: arrivano fondi dalla Regione per cambiarle

euro-4

Da lunedì 1 ottobre 2018, per migliorare la condizione dell’aria, in Emilia Romagna è scattato lo stop ai veicoli euro 4. Nel contempo la Regione Emilia Romagna stanzia alle micro, piccole e medie imprese regionali 4 milioni di euro per “rottamare” i veicoli commerciali diesel fino all’euro 4. L’iniziativa è presa per rinnovare il parco mezzi ormai obsoleto e quindi più inquinante. L’eco-bonus in arrivo, infatti, è valido per l’acquisto di veicoli a minore impatto ambientale euro 6, di nuova immatricolazione, con alimentazione mista benzina-gpl, benzina-metano, ibridi o elettrici e massa fino a 12 tonnellate (categorie N1 e N2). La novità è che il contributo potrà essere utilizzato anche due volte, ovvero la stessa azienda avrà la possibilità di beneficiare di due indennizzi. In una volta sola o a distanza di qualche mese un’azienda potrà cambiare ben due mezzi che ormai non sono più idonei a viaggiare per strada.

Il contributo, definito in funzione al peso e al sistema di alimentazione del nuovo mezzo, può cioè essere dato ad un “obbligo del riscatto” con medesimo soggetto intestatario del veicolo rottamato. La possibilità di presentare domanda per ottenere l’ecobonus sarà garantita a partire dalla pubblicazione dell’apposito bando, nel mese di ottobre.  per quanto riguarda i privati ci sono ulteriori agevolazioni per i privati: in questi giorni, infatti, già 1.250 cittadini stanno poi ricevendo l’accredito del bonus per le automobili idride. Un contributo fino a 191 euro, pari al valore massimo del bollo, riservato ai proprietari di veicoli di prima immatricolazione nel 2018 e che sarà erogato per tre anni, fino al 2020.

Dal 1^ settembre a fine anno potranno presentare domanda anche i circa 5.300 residenti che hanno acquistato un’automobile ibrida nel 2017.

Fine del mercato a “maggior tutela”: state attenti alle trappole. Quello che vi serve è una consulenza chiara e trasparente

immagine-luce-in-ufficio-buona

Chiamate ripetute al telefono, sia di casa che al cellulare, messaggi su internet, agenti alla porta di casa: la pressione sugli utenti, in vista della fine del mercato a “maggior tutela” per i contratti di energia e gas prevista per luglio 2020, è immensa, e l’utente finale, oltre a venir colto da un’ansia immotivata, fa sempre più fatica a districarsi in questa giungla in cui vince chi urla più forte.  A questo proposito Giovanni Pitruzzella, Garante della Concorrenza e dei consumatori (l’Antitrust), rendendosi conto che in questa fase di passaggio la maggior parte degli utenti è disorientata e bersaglio di offerte poco trasparenti, ha scritto un vademecum per mettere in guardia gli italiani, soprattutto gli anziani, dalle minacce più gravi e ricordare prima di tutto che “la scelta deve essere libera e consapevole”. 
Libera e consapevole come da sempre propone il Consorzio Nazionale Innova Energia, nato per tutelare i loro soci e non per fare utili. Vogliamo ricordare che Innova Energia è stato costituito proprio con l’obiettivo di proteggere chi vi aderisce da offerte ingannevoli del mercato libero. Come? L’offerta è sempre trasparente, il prezzo è fisso sulle tre fasce di consumo e pulita da ogni spread o voce nascosta. Inoltre Innova offre consulenza per aumentare la consapevolezza degli stessi consorziati in materia di energia. Noi aiutiamo gli utenti a capire e a scegliere nel modo migliore. La loro soddisfazione è la nostra mission. Per ogni chiarimento e informazione sulla bolletta o su un preventivo telefonare allo 0547/75621 o scrivere mail a info@innovaenergia.it.